Contatti

Se vuoi suggerire un argomento per un nuovo post manda una e-mail a skrivere@gmail.com
Se vuoi commentare, usa lo spazio dedicato in calce a ogni pagina.

Sei un aspirante giornalista freelance e hai bisogno di biglietti da visita?

28 risposte a “Contatti

  1. A proposito, grazie di avere scritto il pezzo di commento a Severgnini, spero tu glielo abbia mandato e lui lo pubblichi. Grazie di aver ancora voglia di spendere parole. Te lo dice una ultra quarantenne che ha lavorato in inghilterra (documentari TV) poi in Italia (prima produzioni TV poi 4 anni in agenzia pubblicitaria) poi a contratto per 5 anni in un ente pubblico (“città europea della cultura” e varie altre reponsabilità come Communication Manager) poi si è messa a fare la mamma quando tutti dico tutti si riciclavano come esperti di comunicazione. (dagli organizzatori di matrimoni agli ex portaborse defenestrati). Per ricominciare a lavorare ci ho messo due anni, come impiegata. Adesso sono di nuovo disoccupata. Sono laureata, ho questo curriculum… perchè dovrei rubare il mestiere a uno spazzacamino dico io. Ciao, grazie che hai ancora la forza di organizzare il pensiero. Io no…

  2. Alessandra

    Ciao!
    confesso che il tuo sito mi ha aiutata a riorganizzarmi le idee!
    Sono una 36-enne con un percorso un po’ particolare alle spalle, una laurea in ingegneria, un master in Management for Rural development, anni di lavoro con ONg e ornagizzazoni internazionali impegnate in contesti di emergenza. Ora a casa, da quando e’ nata la terza bimba, vivo in India per il lavoro di mio marito.. e mi ritrovo con l’immensa passione di leggere e scrivere. Pensavo di porpormi per scrivere articoli come corrisoindente estero per una qualche testata, oppure di scrivere un blog dall’India che possa essere legato a qualche testata on line. Hai suggerimenti in proposito?
    grazie!

    • skrivere

      Cara Alessandra,
      la tua situazione è ideale per il giornalismo freelance, soprattutto perché l’India è una potenza economica che attira sempre più interessi comemrciali in Europa. Ti consiglio di contattare testate che si occupano di economia e altre che trattano argomenti sulla spiritualità e sul turismo.
      Prossimamente affronteremo questi argomenti, per cui ti consiglio di tenerti aggiornata iscrivendoti alla nostra newsletter per i giornalisti freelance per leggere i post in anteprima e scoprire i periodici interessati a questo tipo di articoli.
      Ciao e in bocca al lupo!

  3. elena

    Ciao,
    il tuo sito mi ha fatto capire che potrei farcela pure io a diventare giornalista, ho 25 anni una laurea in lingue e letterature straniere con indirizzo slavo, da sempre risiede il desiderio in me di scrivere, non più per pochi ma per molti, ma non so nemmeno da dove cominciare, o meglio ho i miei blog ma non mi basta, da sempre viaggio, anche se al momento lavoro per un callcenter di telefonia outbound, questa non è la mia vita e vorrei realizzare la mia aspirazione più grande, hai qualche consiglio?
    Grazie
    elena

    • skrivere

      Ciao Elena,
      sono contento che il mio blog abbia risvegliato in te nuove energie e nuovi scopi. I consigli che potevo darti li ho scritti tutti su queste pagine. L’unica cosa che aggiungerei al tuo caso è sfruttare la conoscenza delle lingue (e delle culture) straniere. Specializzati su un paese di cui parli bene la lingua, oppure su un argomento pertinente (mediazione interculturale, relazioni internazionali tra Ialia e paese x).
      In bocca a l lupo!

      • elena

        Grazie mille farò del mio meglio!e sicuramente continuerò a seguire il tuo blog!
        Grazie da una grigia Genova!

  4. Cristina

    Ciao,
    complimenti per il tuo bellissimo sito, sto facendo tesoro di ogni parola.
    Ho solo una domanda da farti. Dopo quanti articoli gratuiti si può iniziare a chiedere un compenso economico? E’ molto ambizioso iniziare a mandare articoli alle migliori testate?
    Faccio presente che io sono interessata solo al giornalismo di viaggio e che vorrei sfruttare questo periodo in cui tutti si stanno interessando al Sudafrica in quanto lo conosco molto bene.
    Grazie di tutto
    Cristina

  5. Martina

    Ciao,
    innanzitutto complimenti per la tua carriera e per questo eccezionale blog.
    Ti scrivo in modo schietto che vorrei sapere il “tariffario” per mensili, settimanali e quotidiani. Considerando che non sono una pubblicista ne una giornalista, ma mi vorrei avviare su questa strada. Ho 23 anni e sto ancora frequentando il corso di laurea triennale in Filosofia della Scienza. Vorrei scrivere di cultura. Se avrai anche qualche consiglio da darmi lo leggerò con estremo interesse e piacere.

    Un saluto cordiale

    M.

    • skrivere

      Ciao Martina,
      non esiste più un tariffario ufficiale, in quanto l’antitrust ne ha chiesto la rimozione.
      Per farti un’idea puoi guardare qui: http://www.odg.it/tariffario

      Il link che ti ho appena fornito riguarda i compensi minimi suggeriti dall’ordine dei giornalisti fino al 2007.
      Bada bene che si tratta comunque di suggerimenti e che le tariffe sono pensate per giornalisti regolarmente iscritti all’ordine. Nella realtà si va spesso al di sotto di tali cifre, mentre qualcuno eccezionalmente specializzato o conosciuto può andare ben al di sopra.
      Alla fin fine, si tratta di un gioco di negoziazione con l’editore.
      Spero di aver risposto adeguatamente alle tue perplessità.
      Auguri per la tua carriera.

      Giuseppe

  6. nico

    Ciao
    avevo letto già tempo fa i tuoi consigli poi in questi mesi ho dovuto ricercarti con un pò di fatica sui motori di ricerca. Ora per non perderti di vista mi sono iscritto alla tua newsletter.

    Ho ovviamente la passione della scrittura con un impiego stabile (in passato ho svolto attività di ricerca e ho delle pubblicazioni scientifiche anche su case editrici note ai più ).

    Vorrei avviare delle piccole collaborazioni giornalistiche su tematiche specifiche del mio lavoro ma non saprei come pormi. Tu suggerisci il contatto diretto ma la mia situazione di lavoratore forse potrebbe creare dei problemi. Che ne pensi ? C’e’ un pregiudizio verso il partime nel tuo ambiente ?

    Per presentarmi meglio mi sono posto il problema di mettere assieme alcune cose scritte per il web e qualche pubblicazione che posso rilasciare nel rispetto del diritto dell’editore e pensavo di preparare un sito personale. Tu credi che abbia senso? Un caporedattore vuole saggiare le abilità di scrittura di un potenziale collaboratore ?
    O si fida ciecamente della proposta fatta a voce o per iscritto ?
    Ti ringrazio per i consigli
    Nico

    • skrivere

      @Nico: non penso ci siano pregiudizi. Una telefonata basta per fidarsi di qualcuno: se l’interlocutore e’ un ciarlatano lo si sente benissimo anche al telefono.

  7. elena

    Ciao, grazie per le informazioni che condividi con grande chiarezza e generosità… sono un’insegnante con la passione per la scrittura. Scrivo poesie, racconti, saltuariamente collaboro con un’emittente televisiva della mia regione… vista e constatata la situazione di precariato nel quale imperversa l’Italia, ho pensato di poter avvicinarmi al mondo del web writer, per “arrotondare” un pò e per fare esperienza come freelance, utile anche per le mie collaborazioni televisive. Come posso fare a contattare i responsabili dei siti web o dei blog e proporre argomenti ed eventuali miei articoli?ù
    Grazie, elena

    • skrivere

      @elena: le modalita’ per contattare un sito web sono le stesse che per la carta stampata. I blogger, invece, non credo siano interessati a pagare un freelance perche’ i blog sono personali e ospitano generalmene solo i post dell’autore.

  8. Emanuela

    Buonasera, avrei una domanda, se divento giornalista pubblicista posso fare lo stesso la giornalista freelance?

    • skrivere

      @emanuela: e’ giornalista pubblicista una persona iscritta all’albo dei giornalisti, elenco pubblicisti. Il freelance e’ colui che lavora per diverse aziende (giornali, televisioni, radio, etc) senza essere assunto. Pubblicisti e freelance non sono in antitesi.

  9. Matteo

    Ciao, innanzitutto grazie per le informazioni che condividi con tutti che ritengo molto utili.
    Sono un ragazzo di 20 anni studente di giurisprudenza e mi piacerebbe iniziare, o almeno provare, a scrivere per qualche giornale,anche solo locale,in quanto il giornalismo è una professione che da sempre mi affascina. Hai qualche consiglio da darmi su come iniziare, a chi rivolgermi e in che modo, visto che non ho alcun tipo di esperienza precedente e di conseguenza ” non so che pesci pigliare” ? Grazie in anticipo

    • skrivere

      tutti i consiglie che avevo li ho scritti qui; dire di più non saprei. E’una strada molto individuale e come tale va percorsa: senza troppe domande, senza contare su nessun altro al di fuori di se stessi.

  10. Martina

    Sono capitata per caso sul tuo blog, mi è piaciuto. Cecavo un giornalista freelance capace e, non per dare giudizi affrettati, forse l’ho trovato. Ora a questo giornalista freelance capace vorrei chiedere: come posso avere coraggio? Collaboro con una testata giornalistica da 4 anni e ne ho 20. Una testata non molto importante, mensile, ma è pur sempre qualcosa. Studio Economia dopo un liceo Classico che non ha mai capito la mia passione per lo scrivere( in compenso mi ha trasmesso quella per il leggere). Mi iscriverò a breve ad una magistrale bilingue alla Bocconi e spero di prendere una laurea binazionale sempre in campo economico. Vorrei essere giornalista ed economista allo stesso tempo, trovo che le parole suonino bene insieme. Quello che mi (ti) chiedo è: quanto posso scommettere sul giornalismo? Quanto posso investirci sopra prima di accorgermi di aver perso tutto il mio capitale ( e non parlo di soldi, parlo di tempo che nessuno mi ridarà indietro, parlo di esperienze, parlo di felicità)? Tu che una scelta l’hai fatta, quanto hai perso e quanto hai guadagnato in termini di vita? Grazie mille

    • skrivere

      Ciao Martina,
      vedo che l’entusiasmo non ti manca. Il mio consiglio è di non perderlo mai: la felicità in termini di vita – come dici tu – dipende solo da esso. Il giornalismo potrebbe essere uno dei tanti modi (non l’unico, e nemmeno il più naturale e immediato) per raggiungere la soddisfazione professionale. Tu sostieni che io ce l’abbia fatta: non ne sono pienamente sicuro, perché le difficoltà sono state sempre tante e chissà cosa sarebbe accaduto se non fossi diventato docente universitario.
      Ad ogni modo, se l’economia e la finanza ti piacciono, dovresti sapere che non bisogna mai impegnare tutto il “capitale” in un unico “investimento”: punta su un portafoglio ampio e lasciati aperte più strade. In bocca al lupo.

  11. Virginia

    Ciao..mi permetto di darti del tu..il tuo blog è molto utile e devo dire che ci sono arrivata per caso cercando informazioni su reportage/freelance/ecc…ho laurea triennale di mediazione linguistica e culturale (inglese e giapponese), ho vissuto a londra per poco meno di un anno. Volevo partecipare al master di giornalismo, ma il mio voto di laurea non era sufficiente (l’anno della laurea 2008,hanno alzato il voto minimo per entrare in graduatoria per gli esami)..durante uno stage, ho fatto da addetta stampa..ora sto facendo due part-time (che non c’entrano minimamento l’uno con l’altro)…..ma non sono soddisfatta!!!sto vedendo di seguire qualche corso di giornalismo (per l’impostazione e scrittura diversificata in base al tipo di articolo)….ho 26 anni….non sono vecchia, ma nemmeno giovanissima..è troppo tardi per tentare?

  12. Carolina

    Ciao, vorrei sapere se per sostenre l’esame di giornalista prfessionista
    è obbligatorio frequentare la scuola di due anni. Sono laureata in Scienze politiche, indirizzo storico politico contemporaneo, forse può servirmi a qualcosa, facendomi evitare di dovere frequentare altri due anni di scuoal? Grazie.

  13. Ciao,
    ho appena scovato il tuo blog cercando informazioni sul giornalismo freelance e penso proprio che cercherò di assorbire ogni consiglio che hai da offrire. Sono una studentessa al primo anno di Scienze della comunicazione, con un’immensa passione per la scrittura e per la musica. La prima esperienza che possa essere definita tale la sto facendo con un sito di musica rock e nulla mi ha mai resa tanto felice. Vorrei farne il mio lavoro, la mia vita, perché per una volta sento di aver trovato il mio posto nel mondo. E vedere persone come te, che ce l’hanno fatta, mi dà la forza di continuare, di mettere a tacere chi mi dice continuamente di trovarmi un vero lavoro e la voce nella mia testa che si nutre di insicurezze. Grazie per la speranza.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...