Se lo stupratore è romeno

Il Corriere della sera, “prestigioso e autorevole” quotidiano nazionale, lascia che a riempire le sue pagine siano degli incompetenti. Pur di conquistare l’attenzione del lettore si inventa la notizia, urlando nel titolo qualcosa che, appena qualche riga più avanti, viene smentita.
In questo modo un tentativo di aggressione alla psicologa che visita in carcere uno stupratore passa per un’aggressione vera e propria.
Siamo tutti d’accordo che gli stupratori non meritano il nostro rispetto, ma la legge ci obbliga a trattare ogni persona “presumendo” che sia innocente fino al momento in cui un tribunale non abbia dimostrato il contrario.
Il giornalista che ha compilato il testo ha suggerito surrettiziamente ai lettori che il cittadino rumeno abbia commesso una seconda aggressione a distanza di poche ore dalla prima e sempre ai danni di una donna. Poi si contraddice e afferma che si è trattato di un tentativo di aggressione, senza peraltro spiegare, indagare e soffermarsi su come sia avvenuto questo tentativo.
Certe notizie, date così alla leggera (o addirittura col preciso intento di deformare la realtà) possono influenzare non solo l’opinione pubblica nei riguardi dei cittadini provenienti dalla Romania, ma anche un eventuale giudice che legge l’articolo e che poi cova un inconscio pregiudizio nel momento di deliberare.
Il cronista avrebbe riportato la notizia se lo psicologo fosse stato un uomo? E poi, perché sottolineare la nazionalità del presunto stupratore? Per quanto rigarda l’accaduto, infatti, la nazionalità non era più rilevante del colore dei capelli del sospettato.

1 Commento

Archiviato in giornalismo

Una risposta a “Se lo stupratore è romeno

  1. Egidio

    Veramente, la presunzione di non colpevolezza è la regola di giudizio fondamentale che risale già alla Bibbia. Non è strano che si chieda di accertare i fatti. E’ scandalosa che si pretenda di condannare senza adeguate investigazioni.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...